quest'immagine vuole incentivare a vestire sostenibile e abbracciare il movimento della fashion revolution

Ho già accennato, in un articolo precedente, al movimento Fashion Revolution, ma cosa possiamo fare in concreto per possedere una sempre maggiore consapevolezza di ciò che indossiamo?

Eccoti cinque consigli che potrebbero esserti d’aiuto:

#1 Ricicla e riusa

Ritrova i vestiti che hai abbandonato nell’armadio, riusali o modificali. Se hai una sorella, un fratello o un genitore che non mette più dei capi di abbigliamento, prova a indossarli, potresti scoprire tesori nascosti nell’armadio di un tuo famigliare!

#2 Compra in mercati di vintage e handmade!

Frequenta mercatini vintage, sono dei posti stupendi. Ti ritroverai in un altra epoca e potrai scoprire colori, fantasie e modelli nuovi. Trova il tuo stile vintage preferito e sscrivi nei commenti: tu sei più da anni ’50, ’70 o ’80?

#3 Crea

Se hai una particolare propensione per il taglio e il cucito, crea capi originali e combina le stoffe in base al tuo estro!

#4 Sostieni piccole realtà e brand indipendenti

Sostieni brand ecosostenibili, che abbracciano un programma di produzione etica e trasparente. Sebbene i costi possano risultare più elevati, ricorda sempre che il prezzo è commisurato alla qualità e al trattamento rispettoso dei lavoratori

#5 Non essere troppo severo con te stesso

Se sei abbagliato dalla bellezza di un capo d’abbigliamento di un brand di fast-fashion, chiediti se ne vale davvero la pena. Se sfrutterai al massimo quel capo e se ti farà sentire a tuo agio, allora compralo! Ma ricorda che potresti spulciare tra le collezioni di quel brand e trovare una speciale collezione sostenibile. Questo incentiverà l’azienda a considerare l’opzione di rendere generale quella politica di sostenibilità applicata a una singola collezione.